I perché dei bimbi per mamme confuse.

Perché devo mettere in ordine?

Perché devo mettere in ordine?

“Che fatica mettere in ordine! Ogni giorno la stessa storia… dopo aver giocato la mia mamma mi chiede di rimettere in ordine la mia stanza. Ma a me piace il disordine, così ho tutto a portata di mano e non dimentico nessuno dei miei giochi. Ogni tanto ci provo a rimettere in ordine, ma poi trovo quel gioco che non vedevo da tanto ed è impossibile resistergli, devo assolutamente giocare con lui!”

Eh già! E’ proprio faticoso mettere in ordine, ma ne vale la pena! Sai perché? Ascoltami e sono sicura che ti convincerò!

Se le cose sono al loro posto trovi subito quello che ti serve

Immagina di voler giocare alle costruzioni e di non trovare più i pezzi per completare un bellissimo ponte perché sono sparsi un po’ dappertutto sul pavimento, sotto il letto, nella scatola dei pupazzi, ecc. A forza di cercare pezzi di qua e di là perdi la voglia di completare il tuo bel ponte, ti innervosisci e il gioco finisce. Prova adesso a mettere tutti i pezzi delle costruzioni nella loro scatola, così quando vorrai costruire un ponte o un grattacielo non ti verranno a mancare i pezzi proprio sul più bello e poi potrai mostrare soddisfatto il tuo bel lavoro a mamma e papà.

I tuoi giochi rimangono più puliti

Quando i giochi rimangono per molto tempo fuori dai loro contenitori, si riempiono di polvere. L’altro giorno ho trovato un peluche sotto il letto, aveva gli occhietti molto tristi, perché il suo bel pelo bianco era diventato grigio. Ha dovuto fare un bel giro in lavatrice per tornare bianco e non si è divertito per niente. Devi sapere che i peluche non amano la lavatrice, perché li strapazza e li fa girare su e giù, a destra e a sinistra. All’inizio sembra un gioco, ma dopo un po’ viene la nausea, come quando tu giri tante volte su te stesso. Così dopo il lavaggio in lavatrice il peluche era bello pulito, ma proprio di cattivo umore!

I tuoi giochi possono perdersi nel disordine

C’era una volta un principe e una principessa che vivevano felici e contenti nel baule dei giochi, si volevano bene e adoravano il bimbo che giocava sempre con loro. Purtroppo un giorno il bimbo dopo aver giocato tutto il pomeriggio, non sistemò i suoi giochi nel baule. E non lo fece neanche il giorno successivo e quello ancora dopo. Quando finalmente il bimbo si decise a mettere a posto i giochi, non si ricordò che il principe era nascosto dentro l’armadio in attesa dell’arrivo del drago. Il bimbo divenne molto triste perché il principe era l’eroe dei suoi giochi, si battevano insieme contro draghi e mostri e ora senza di lui i giochi non erano così divertenti. Anche la principessa si sentiva molto sola nel baule senza il suo principe. Passarono molti mesi prima che il principe fosse trovato durante il cambio del guardaroba. Da allora il bimbo mise sempre a posto i suoi giochi e il principe e la principessa non si separarono più.

Quando c’è ordine c’è più spazio per la fantasia

Provate a dipingere qualcosa su un disegno già pitturato. Ci riuscite? Davvero?! Allora siete molto bravi! Perché io davvero non riesco a dipingere su un disegno già fatto. Invece se ho davanti un bel foglio bianco, subito la mia mano inizia a colorare e sul foglio appaiono alberi, fiori, macchine e case. La stessa cosa succede nella stanza dei giochi: se c’è disordine e i giochi sono in giro per la stanza è difficile inventarsi un gioco nuovo, non c’è spazio! Come fa un pavimento a diventare un tappeto magico e volare in alto se è pieno di giocattoli? Non può, è troppo pesante. E un castello fatto con le costruzioni ha bisogno di spazio. Se vuoi fare una bella passeggiata con le tue bambole non puoi certo scavalcare tutti i giochi per terra, la tua bambola non riuscirebbe ad addormentarsi. Se tu volessi fare un puzzle, i pezzi si mescolerebbero con i giochi e poi non riusciresti a trovare i pezzi giusti. Insomma un pavimento libero e pulito è quello che ci vuole per iniziare un bel gioco divertente!

Mettere in ordine è divertente

Hai mai visto Mary Poppins? Hai presente quella bellissima canzone “Un poco di zucchero”? “In tutto ciò che devi far, il lato bello puoi trovar. Lo troverai e…Hop! Il gioco vien!”. Vi assicuro che anche mettere in ordine la stanza è molto divertente. Certo noi non riusciamo a mettere tutto a posto schioccando le dita come fanno Jane e Michael nel film, ma possiamo cantare! Le canzoni più belle sono state inventate proprio riordinando la stanza, ad esempio “Un poco di zucchero”. Si inizia con i giochi per terra e si finisce con quelli sul letto, ogni gioco va messo nel suo contenitore e quando l’ultimo gioco è al suo posto il riordino è completato. Chi ha messo più giochi a posto? Voi o la mamma? Il vincitore avrà diritto ad un bellissimo adesivo!

Suggerimento per mamma e papà: gli adesivi rappresentano nella mia famiglia una moneta di scambio con i bambini. L’adesivo è un premio per il lavoro svolto, un riconoscimento che potrà poi incollare su un foglio o un cartellone. Per incentivare i bambini a contribuire nel loro piccolo ai lavori di casa, si può creare insieme anche un tabellone dei compiti: a ogni partecipante viene assegnato uno o più compiti, per ogni compito svolto viene incollato un adesivo nella casella corrispondente. I bambini comprendono chiaramente quanto il loro aiuto sia importante e si sentono maggiormente partecipi delle attività quotidiane.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati da un *